Contraccezione femminile ? No gravidanza al 100%

May 17
Contraccezione femminile ? No gravidanza al 100%

Il sesso deve essere “controllato” nel senso che, come esseri umani, amiamo fare il sesso, ma ci si deve proteggere da eventuali problemi di gravidanza. Le donne sono quelle che possono rischiare maggiormente quando non usano metodi contraccettivi oppure non si ha la possibilità di avere a portata di mano un profilattico.

Cosa fare per godere appieno della propria vita sessuale? L’universo femminile deve proteggersi, ma come?

La pillola anticoncezionale è il metodo, nel mondo della contraccezione femminile, più usato, sicuro e quindi anche quello che si consiglia maggiormente anche tra le giovanissime. Concentrandoci con la pillola anticoncezionale non vogliamo dire che non esistono altri metodi contraccettivi, ma diamo una lista della protezione in modo che potete essere sicuri di usare un metodo di contraccezione femminile che sia quello più sicuro.

Il preservativo o profilattico, riesce a proteggere da eventuali malattie venere, cioè quelle trasmissibili solo per l’80% e protegge dalle gravidanze solo per il 90%, una buona percentuale sicuramente, ma non totale. Il problema è che esso potrebbe rompersi. Rimane anche certificato che il preservativo già a 6 mesi dalla sua produzione, cioè da quando esce dalla fabbrica, inizia a divenire meno aderente e si asciuga dal liquido che occorre per essere lubrificato. Sintetizzando non è sicuro al 100%.

Donna, proteggi la tua vita sessuale

Ogni uno deve vivere la propria vita sessuale al meglio senza la preoccupazione di una eventuale gravidanza per una notte brava. Usare dei metodi contraccettivi “perfetti” vuol dire:

  • Nessuna gravidanza
  • Metodo di utilizzo semplice
  • Nessun effetto collaterale
  • Prezzi accessibili
  • Facile da poter acquistare

Un metodo assolutamente ideale è la pillola estroprogestinica, ma come funziona e soprattutto cos’è? Comunemente è conosciuta come, ma viene usata per prevenire un eventuale concepimento.

Il suo utilizzo è assolutamente molto semplice. Si assume per via orale sotto prescrizione di une eventuale ginecologo, ma e possibile anche acquistarle su una farmacia online tramite pochi semplici click.

Ad ogni modo, esso funziona con un’alta modifica del contenuto ormonale. Grazie al suo principio attivo, cioè l’etinilestradiolo, riesce a stimolare gli estroprogestinici che inibisce la produzione della gonadotropine, cioè l’ormone che provoca un alto processo di ovulazione, e quindi riduce sensibilmente la fecondazione.

In parole povere, per essere comprensibile tutto il processo, possiamo dire che quando lo sperma cerca di risalire le tube per trovare l’ovulo, grazie a questo metodo di contraccezione femminile, non ha vita facile perché non viene aiutato dalle secrezioni vaginali che sono diminuite proprio per l’uso della pillola, ma non solo. Quando esso giunge nelle ovaie non trova un ovulo pronto per essere fecondato.

Infatti, questo metodo contraccettivo, provoca un indurimento degli ovuli che non vengono assolutamente aiutati dagli estrogeni che sono stati bloccati nella loro produzione totale.

Secondo le ultime ricerche sulla pillola estroprogestinica hanno garantito un successo di mancanza di gravidanza pari al 100%. In questo modo potete sentirvi altamente protette.

Tra gli effetti passivi c’è anche un’alta percentuale di non essere infettate da alcune malattie venere perché, il principio attivo contenuto nella pillola, provoca anche un isolamento delle tube di Falloppio e quindi aiuta ad espellere lo sperma che è entrato nel corpo femminile.

La pillola estroprogestinica è assolutamente consigliata da tutti i ginecologici e specialisti in questo settore, perché esso sopprime totalmente lo sviluppo del follicolo ovarico senza avere effetti collaterali.

Consigliato anche per le giovanissime che amano divertirsi o sono hanno organizzato una “vacanza alternativa”.

La minipillola ad ormone progestinico

Ecco una variante della pillola estroprogestinica, vale a dire la minipillola. Esso è un altro metodo della contraccezione femminile sicuro al 100%, vale a dire nessuna gravidanza e nessun effetto indesiderato.

Questo farmaco è uno degli sviluppi della pillola anticoncezionale, essa funziona direttamente sul muco vaginale, che diventa molto vischioso, intrappolando lo sperma che tenta di raggiungere le ovaie. Praticamente esso rimane bloccato all’interno della vagina e viene espulso dopo qualche minuto in modo naturale, vale a dire con la continua produzione di muco.

In caso lo sperma raggiungere la cervice uterina si ha comunque un rivestimento dell’utero dato sempre da questa minipillola ad ormone progestinico.  Il risultato e che gli spermatozoi, anche quelli più “intraprendenti” non riescono a compiere il loro lungo percorso.

La cosa migliore, che si consiglia per il suo utilizzo, è quella di assumerla ogni giorno poiché ha un effetto che dura per 24 ore, quindi non dovete preoccuparvi di prenderla qualche ora prima di un rapporto sessuale, anzi potete usarla liberamente in modo che se avete un “incontro” occasionale, rimarrete comunque protette.

La minipillola non ha effetti collaterali, anzi aiuta anche a regolarizzare il ciclo e a diminuire la comparsa di acne, quindi si ha un aiuto ormonale che non è da sottovalutare.

Rimanendo sempre in tema, la minipillola, aiuta anche donne che si trovano in allattamento e quindi hanno comunque delle mestruazioni continue e possono avere un alto tasso di estrogeni nel loro corpo, tanto che si ha una altissima percentuale di rimanere incinte, ma con l’uso della minipillola come metodo contraccettivo, si ha la garanzia di poter tornare ad avere una ottima vita sessuale.

Contraccezione femminile, ecco il metodo della pillola combinata

Uno degli sviluppi della pillola e il metodo di usare una combinazione tra estrogeni e progesterone, che sono due ormoni del tutto femminili, che se vengono stimolati o inibiti, portano ad avere un abbassamento della fecondità delle ovaie.

Per usare questo metodo, cioè quello della pillola combinata, è opportuno eseguire una visita ginecologica che tiene presente anche del vostro peso corporeo e della produzione dei vostri ormoni.

Come avviene l’uso di questo metodo di contraccezione femminile? Si deve usare sia la minipillola che la pillola anticoncezionale. Si tratta di poter assumerle a giorni alterni oppure utilizzarle tutti giorni durante la fase premestruale. Questo garantisce una protezione da eventuali gravidanze che è assolutamente sicura.

Tramite l’uso di questo metodo contraccettivo è possibile avere una diminuzione della produzione di estrogeni, rendere molto vischioso il muco vaginale, rende gli ovuli protetti aumentando il loro spessore e quindi “uccide”, letteralmente parlando, gli spermatozoi che vengono poi eliminati ed espulsi entro un massimo di 10 minuti.

L’inibizione e il sopprimere dello sviluppo del follicolo ovarico, porta ad essere un metodo di contraccezione femminile sicurissimo e consigliato anche per le giovani donne oppure per donne che si trovano in piena ovulazione, vale a dire prima delle mestruazioni.

Chi deve usare questi metodi di contraccezione femminile?

Utilizzando la pillola estroprogestinica e l’uso della minipillola, non ha effetti indesiderati o collaterali, quindi è consigliata per tutte le donne, sia giovanissime che si stanno avvicinando e iniziano la loro vita sessuale che per le donne mature.

Si tratta di metodi assolutamente consigliati, tra i migliori per avere la garanzia di non sviluppare delle gravidanze indesiderate.

L’uso di questa contraccezione femminile evita la fecondazione ed è ideale anche per quanto riguarda le donne che possono avere delle problematiche di produzione ormonale oppure anche per chiunque abbia un eccesso di produzione di estrogeni.

Esse sono consigliate anche per le donne che hanno disfunzioni ormonali che stanno portando conseguenze sul peso poiché aiuta ad avere una regolazione di questa produzione. Non diciamo che essa deve essere usata come una dieta poiché il suo obiettivo principale è quello di impedire che gli spermatozoi giungano all’ovulo, ma comunque possono aiutare come effetti passivi.

Pillola del giorno dopo

Infine, parlando degli sviluppi della pillola, esiste anche la pillola del giorno dopo che ha avuto una grande “sponsorizzazione” in televisione e nelle riviste del “genere”, ma occorre dire che esso è un farmaco che si acquista come metodo contraccettivo di emergenza, questo cosa vuol dire?

Sicuramente esso potrebbe bloccare un eventuale gravidanza non desiderata, ma cerchiamo di spiegare come funziona e perché viene usata, in modo da non creare confusione e quindi aiutare qualsiasi donna che ha avuto un rapporto occasionale non protetto.

Essa è nata per diminuire la possibilità di essere rimaste incinte. Si assume il giorno dopo aver avuto il rapporto sessuale non protetto entro un massimo di 24 ore, vale a dire quando gli spermatozoi sono entrati nell’ovulo e stanno iniziando a fecondarlo. Gli spermatozoi fecondano entro 36 ore ed è per questo che la pillola del giorno dopo non apporta sempre una interruzione dell’eventuale gravidanza. Esse sono sicure al 70%, quindi è possibile che se vi trovate in piena ovulazione oppure state producendo grandi quantità di estrogeni, potreste comunque sviluppare una gravidanza anche se avete assunto la pillola del giorno dopo.

La cosa migliore, per aumentare i suoi effetti, è quella di assumerla entro qualche ora dal rapporto.

Il suo metodo di “funzionamento” avviene con metodo abortivo direttamente andando a diminuire drasticamente gli ormoni presenti nel corpo femminile e quindi cercando di neutralizzare gli spermatozoi presenti nell’ovulo. Avendo una mancanza di estrogeni si ha in breve una grande percentuale di bloccare gli spermatozoi nella loro fase di fecondazione e quindi li “uccide”. Questo riesce a garantire la mancata gravidanza, ma ricordiamo che la pillola del giorno dopo non è sicura al 100%, come metodo contraccettivo.

Una volta che avete usato questa pillola per essere sicuri di non avere lo sviluppo della gravidanza si consiglia di eseguire un test di gravidanza a distanza di una settimana, solo cosi potete essere “tranquille”.

Next Post